U2 e gli italiani

L’altra sera ho assistito alla prima data italiana del U2 – 360° Tour. Lo spettacolo è stato fantastico e coinvolgente ma….

U2 360° Tour - Il palco

…c’erano gli italiani!

Questo si è notato in un paio di occasioni.

Il mio biglietto (3° anello rosso) riportava ben evidenti: il settore, la fila ed il numero del posto. Peccato che arrivati in posizione abbiamo scoperto che i posti erano occupati da qualcuno i cui posti erano occupati da qualcun altro etc. In un paese civile, in cui si rispettano le regole ed il prossimo, ognuno si siede al posto assegnato e non dove gli capita. Qualcuno ha detto che pare che all’ingresso fosse stato detto che il settore non era numerato: in un paese civile non ci si basa sul “si dice, si mormora”, ma si legge quanto scritto sul biglietto.

Ad un certo punto, Bono ha rimproverato l’ “Italian Prime Minister” per non aver tenuto fede ai suoi impegni relativi agli aiuti per l’Africa. Lo stadio è esploso in applausi. Statisticamente un buon numero si persone, tra i 70mila presenti, deve essersi dimenticato di averlo votato oppure l’ha votato senza rendersene conto. In un paese civile ci si rende conto del legame tra la politica e le condizioni della vita quotidiana.

Non pensavo che quel concerto fosse una delle tante occasioni in cui mi chiedo in che paese ho scelto di vivere…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...