FIRB – Fregature In Ricerca

Lo scorso autunno con Max (capofila) e Alberto, abbiamo scritto e sottomesso una proposta per il programma di ricerca FIRB – Futuro in Ricerca.

La pubblicazione delle liste dei progetti ammessi alla seconda fase è stata pubblicata sul sito del ministero il 20 Giugno scorso, e dopo qualche giorno sul portale del programma sono state rese note le valutazioni di dettaglio.

I criteri ed i relativi punteggi conseguiti sono:

a.1) Originality, relevance and potential impact: punti 10/10

a.2) Scientific and technical merit: punti 15/15

2)    Feasibility: punti 10/10

3)    Quality of the consortium: punti 15/25

Il punteggio sul criterio 3 corrisponde appena alla sufficienza, ma il giudizio esteso è di tutt’altro tenore:

The Coordinator has good expertise in empirical software engineering and reverse engineering, also certified by recent top-quality publications. The other units in the project have complementary skills that fit the multi-perspective approach of the proposal. A unifying factor across the three participants is the common background on empirical software engineering that should grant a strong requirement collection phase and adherence to a rigorous result evaluation discipline. It can be stated that the collaboration perspectives of the involved groups on the topics related to the SISDE project are promising.

Ed anche il giudizio complessivo sul progetto è molto positivo in tale rispetto:

The scientific profile of the proposers is very good in the subject matters of the project, as well as the complementarity of the skills and expertise

Ci siamo convinti che il voto di 15/25 sia frutto di un errore materiale dei revisori in quanto assolutamente incoerente con i giudizi verbali.

Dopo aver fatto presente il probabile errore, siamo invitati dal dirigente responsabile (Mauro Massulli) a presentare domanda motivata di riesame. Cosa che facciamo immediatamente.

Ma la settimana successiva iniziano ad arrivare ai coordinatori dei progetti selezionati le convocazioni per i colloqui, come a dirci implicitamente: fate pure domanda ma tanto non vi considereremo comunque.

Finalmente il 16 Agosto, facendo riferimento ad una seduta del 28 luglio, il dirigente ci risponde:

Oggetto: richiesta di riesame prog. [RBFR10E16U] — esito

In merito alla richiesta di riesame relativa al progetto indicato in oggetto, esaminata dalla Commissione FIRB nella seduta del 28 luglio 2011, la Commissione stessa ha ritenuto che la valutazione qualitativa espressa dai due esperti scientifici possa essere stata influenzata da un errore (punteggio espresso sul criterio C pari a 15, pur in presenza di un commento lusinghiero).
Per tale motivo, la Commissione ha ritenuto opportuno verificare la valutazione con gli stessi referee, che hanno rettificato il punteggio relativo al criterio C, portandolo da 15/25 a 22/25. Pertanto, il punteggio definitivo del progetto risulta pari a 57/60.
Trattandosi peraltro di un progetto di linea 3, tale punteggio non risulta comunque sufficiente a consentire l’ammissione alla successiva fase delle audizioni.

La scheda di valutazione rettificata sara’ disponibile sul sito riservato alla fine del mese di Agosto.

IL DIRIGENTE
(ing. Mauro Massulli)

Resta la sensazione di una grossa presa in giro e di una scarsa serietà nella valutazione di questi progetti.

Non è mia intenzione sminuire tutti coloro che sono invece stati ammessi alla seconda fase e/o otterranno il finanziamento: sono convinto che per ottenere tale risultato si debba proporre un buon progetto, ma purtroppo non basta: c’è un margine di casualità (fortuna?) enorme.

Mi trovo in linea con quanto dice Francesco Sylos Labini.

Annunci

2 thoughts on “FIRB – Fregature In Ricerca

  1. anche io spesso mi son sentita cosi’ e ho scritto post di questo tipo. ora credo che sia parte del nostro lavoro e che non dovremo prendercela cosi’ tanto. cerca di guardare quel 15/25. chi avreste potuto inserire nel progetto? c’e’ da lavorare ancora 20 anni io e 25 te, non si puo’ agganghirci cosi’ sempre. vedrai che i finanziamenti arriveranno e farai sempre le cose bene e con successo come hai sempre fatto.

    • Hai ragione, fa parte del lavoro accettare le critiche e sfruttarle per migliorarsi. Come le revisioni di paper in cui la prima reazione è “ma questo non ha capito un c…o” che poi diventa “probabilmente non mi sono spiegato abbastanza bene”

      Il fatto è che in questo caso sull’unico criterio in cui non abbiamo conseguito il massimo non ci sono state mosse critiche…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...