Considerazioni su Riforma Costituzionale “Renzi-Boschi” – Lo stile

La riforma (oltre alla trascurabile abolizione del CNEL) riguarda due punti fondamentali: la trasformazione del bi-cameralismo perfetto in un quasi mono-cameralismo e la netta divisione delle competenze tra stato ed enti locali.

Diversi sono gli aspetti che mi lasciano perplesso di questa riforma:

  • lo stile di scrittura
  • la circoscrizione dell’autonomia dall’interno

Qui provo a parlare del primo.

Il testo originale

Leggendo la versione originale della Costituzione della Repubblica Italiana, si nota uno stile linguistico molto asciutto e preciso.

È il testo fondante della nostra repubblica, la Costituente ha lavorato e discusso molto, anche con il supporto di un Ministero per la Costituente istituito ad hoc per supportare i lavori con studi ed approfondimenti.

È un testo complesso, in cui le singole parole sono pesate ed hanno un significato profondo, ma semplice in modo tale che tutti i cittadini potessero leggerlo e comprenderlo, anche senza mediazione.

E’ sicuramente un pezzo elegante di letteratura (collettiva) fondamentale per l’Italia.

Le revisioni

Nel corso degli anni il testo originale ha subito diverse revisioni tramite Leggi Costituzionali su elementi diversi.

Le variazioni del testo sono ben visibili utilizzando il diff di GitHub in questo repository. E sono riepilogate nel seguente grafico che riporta nei vari anni anche l’entità delle modifiche.

storiariforme

Si nota come a parte modifiche minori negli anni ’60, relative alla definizione del numero preciso di senatori e deputati, all’istituzione della regione Molise ed al mandato dei membri della Consulta, fino alla fine degli anni ’80 non c’è stata alcuna modifica.

In generale le modifiche sono state spesso molto limitate ad alcuni articoli, una tendenza interrotta bruscamente dalla riforma del Titolo V della Parte II nel 2001.

Proprio a partire da questa riforma sono state inserite nella Costituzione espressioni come “di cui al comma” che nella versione originale non comparivano se non delle norme transitorie e finali.

La mia personale opinione è che tali espressioni da leguleio non facciano altro che uccidere l’eleganza e la semplicità del testo originale.

La nuova riforma prosegue l’andamento precedente aumentando spropositatamente la quantità di modifiche ed adottando ampiamente lo stile da leguleio.

I rischi

Osservando le modifiche in termini di stile e di quantità intravedo due principali rischi:

  • il volume delle modifiche è spaventoso, difatti la proposta di modifica include due riforme: una al bi-cameralismo e l’altra all’autonomia.
    Una tale quantità di modifiche rende praticamente impossibile valutare accuratamente gli effetti della riforma ed ha il potenziale di introdurre dei “bachi” che saranno evidenti solo in futuro.
  • lo stile da “leguleio” con moltissimi richiami in avanti e all’indietro sostanzialmente complica la comprensione del testo, moltiplicando i rischi già menzionati prima.

In Ingegneria del Software, un cambiamento così massiccio, invasivo e contorto del Sistema Operativo (l’analogo della costituzione) sarebbe foriero di indicibili problemi.

 

 

Annunci

2 thoughts on “Considerazioni su Riforma Costituzionale “Renzi-Boschi” – Lo stile

  1. Marco, mi è piaciuto molto questo tuo post e condivido le tue perplessità. Tuttavia per rimanere sull’analogia software ti ricordo un paio di leggi di lehman:

    – Un sistema deve necessariamente cambiare, o diventerà progressivamente inutile
    – La qualità dei sistemi si deteriora se non si interviene con adattamenti ai nuovi ambienti operativi.

    • Concordo che si debba cambiare qualcosa, non credo che la riforma bocciata andasse nella direzione giusta.
      Ad esempio: immagina le tecniche ANVUR applicate alla sanità dove quello che conta è solo l’efficienza, non oso pensare alle conseguenze.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...