Finta meritocrazia

Ovvero di come il ministro dell’Università ha promesso per il 2010 che il 10% del Fondo di Finanziamento Ordinario (FFO) per le università sarebbe stato distribuito su base meritocratica mentre in pratica la percentuale effettivamente distribuita sulla base delle valutazioni è circa l’1.3%

Il decreto di stanziamento del FFO per il 2010 (DM 655) decide che dato lo stanziamento del FFO per il 2009 (FFO09) questo subirà una decurtazione (D) del 3.72%, portando quindi ad uno stanziamento per il FFO del 2010 pari a:

FFO10 = FFO09 * (1 – D) = FFO09 * 0.9628

Una quota di tale stanziamento (QP) dichiarata pari al 10% sarà distribuita su base premiale, il resto su base storica.
Data la quota storica di un ateneo nel 2010 (QSA10), è possibile individuare il minimo garantito come FFO 2010 per l’ateneo (FFO10A):

FFO10A ≥ FFO10 * QSA10 * (1 – QP)

Un indice fondamentale è la perdita percentuale di FFO per un ateneo nel 2010 rispetto al 2009:

PERDITA = (FFO09A – FFO10A) / FFO09A
(NB: definita in modo che un calo di FFO corrisponda ad una perdita positiva)

In base a quanto detto più sopra possiamo dedurre che esiste un limite superiore a tale perdita:

PERDITA ≤ (FFO09A – FFO10 * QS10A * (1 – QP) ) / FFO09A

ovvero

PERDITA ≤ (FFO09A – FFO09 * (1 – D) * QS10A * (1 – QP) ) / FFO09A

assumendo che la quota storica di un ateneo nel 2009 sia uguale a quella nel 2010, cioè

QS09A == QS10A

e sapendo che anche nel 2009 c’era una quota storica più una quota premiale, ovvero:

FFO09A ≥ FFO09 * QS09A = FFO09 * QS10A

Possiamo riscrivere la perdita come:

PERDITA ≤ (FFO09 * QS10A – FFO09 * (1 – D) * QS10A * (1 – QP) ) / FFO09 * QS10A

ovvero:

PERDITA ≤ 1 – (1 – D) * (1 – QP)

sostituendo il valore per D abbiamo:

PERDITA ≤ 1 – 0.9628 * (1 – QP) = 0.034 + 0.9628 * QP

sostituendo anche il valore dichiarato per QP abbiamo:

PERDITA ≤ 0.0372 + 0.9628 * 0.1 = 0.13348

Quindi la perdita massima rispetto al 2009, nel caso limite di un ateneo che riceve zero di quota premiale è pari al 13.06%.

Tuttavia noi sappiamo, dalla bozza dei decreti di ripartizione del FFO, che il limite superiore per la perdita è stato fissato al 5.5% quindi possiamo andare a ricavare dalla penultima equazione il valore effettivo della quota premiale (QPE):

0.055 = 0.0372 + 0.9628 * QPE

ovvero:

QPE = (0.055 – 0.0372) / 0.9628 = 0.0184

Quindi, dato il limite massimo di perdita del 5.5%, la quota premiale effettiva risulta pari a 1.84%, circa 1/5 del 10% dichiarato.

Updated: aggiornato il 14/1/2011 alla luce del decreto di assegnazione del FFO (pubblicato il 30/12/2010).