Trascurata classifica delle università

Il Sole 24 ore ha pubblicato il 18 Luglio scorso una classifica delle università italiane da cui risulta che il Politecnico di Torino è al top, superando il Politecnico di Milano. Osservando come è stata calcolata la classifica, emergono alcune considerazioni di merito, ma soprattutto di metodo. In base a queste ultime la classifica pubblicata potrebbe essere falsata ed il sorpasso non essere, nei fatti, avvenuto.

Updated 8/Sept/2011 – Thanks Andrea.

I criteri

La valutazione viene fatta sulla base di 10 criteri, che vengono chiamate “tappe” nell’articolo.

  1. Talenti: immatricolati nel 2010/11 con voto di maturità 1oo (% sul totale di immatricolati)
  2. Attrattiva: immatricolati nel 2010/11 da fuori regione o stranieri (% sul totale immatricolati)
  3. Dispersione: Mancate iscrizioni al II anno nel 2010/11 (% su immatricolati anno precedente)
  4. Inattività: Iscritti che nel 2010/11 non hanno ottenuto crediti (% su totale iscritti)
  5. Laurea nei tempi: Laureati in corso (% su totale non viene detto di cosa: laureati o immatricolati)
  6. Affollamento: Rapporto tra studenti in corso e docenti “pesati” (1 Ordinari, 0,7 Associati, 0,5 Ricercatori)
  7. Occupati: Tasso di occupazione a tre anni dal titolo
  8. Ricerca/Fondi: Disponibilità di fondi per la ricerca (EUR / docente, dati 2009)
  9. Ricerca/Fondi esterni: Quota di fondi derivanti da enti esterni (% sul totale dei fondi)
  10. Ricerca Personale: Quota di docenti che hanno partecipato con successo a bandi Prin (media 07/08)

Il calcolo del punteggio totale per ciascun ateneo viene fatto come segue:

Gli atenei sono messi in graduatoria per ogni indicatore. Al primo classificato sono assegnati 100 punti, agli altri un punteggio progressivamente inferiore fino a zero. Quando il dato non è disponibile vengono attribuiti 50 punti.

Continua a leggere